Eseguito al Gemelli di Roma un trapianto di rene con donatore incompatibile

blood-1813410_1920Grazie ad una speciale tecnica giapponese, è possibile effettuare trapianti di rene anche tra persone con gruppo sanguigno diverso.

Ad oggi, sono già sei i pazienti che sono stati sottoposti a questo trattamento, in uno dei pochi centri in Italia che lo utilizzano. Lo speciale trattamento consiste nel “ripulire” il sangue dagli anticorpi che attaccherebbero il sangue del donatore. Il sangue, viene filtrato in speciali filtri “plasmaferesi” per rimuovere gli anticorpi antigruppo presenti.

Il trapianto di rene è oggi la migliore cura per il trattamento dell’insufficienza renale cronica, garantendo una migliore qualità di vita e una migliore sopravvivenza del paziente. Inoltre, se il donatore è vivente, la cura diventa ancora più efficace.

Gli esperti sperano che al più presto molte altre strutture sei attrezzino per effettuare questo tipo di operazioni, in quanto rappresentano il futuro dei trapianti renali.