Addio ai cibi troppo abbrustoliti! Aumentano il rischio di cancro

La raccomandazitoast-1077984_640one arriva dalla Food Street Agency, agenzia britannica per la sicurezza alimentare. I cibi ricchi di amido troppo abbrustoliti aumentano il livello di acrilamide, composto che aumenta il rischio di cancro.

Gli esperti suggeriscono di limitare il consumo di questi alimenti: cuocerli, friggerli, tostarli aumenta le possibilità di introdurre sostanze cancerogene nel nostro organismo e dal momento che non è conosciuta la quantità di acrilamide tollerata dal nostro corpo, meglio in prevenzione rivedere le proprie abitudini alimentari.

Tra gli esempi di alimenti che a temperature elevate sviluppano questo composto vi sono pane, patate, cereali, biscotti e torte. Il pane tostato sembrerebbe il principale imputato e l’alimento di cui è più sconsigliato l’utilizzo se si preferisce consumarne grosse quantità e si predilige la croccantezza e il sapore del pane molto cotto. L’Fsa non fa differenza tra cucina casalinga o industriale sottolineando che il rischio esiste in entrambi i casi.

Non esiste un legame provato e confermato da altri studi su questa relazione acrilamide-cancro ma in fondo cambiare le proprie abitudini alimentari non è così difficile! O lo è?