Alitosi: cause e suggerimenti

Avere l’alitosi è un problema abbastanza comune, inoltre, è difficile percepire da soli un alito cattivo e chi ne soffre potrebbe non accorgersene.

Esistono semplici metodi per rilevare un alito cattivo. Il più comune e immediato è quello di mettere la mano davanti alla bocca, alitare e poi odorare il nostro respiro. Oppure, leccare il dorso della mano, lasciarlo asciugare per 5-10 secondi e poi annusarlo. Un altro test molto efficace è il ”test del cotone” che consiste nel pulire la superficie superiore della lingua e controllarne poi odore e colore. Se sul cotone rileviamo una macchia giallastra è probabile che ci sia un livello elevato di produzione di solfuro e alito cattivo. Infine, per identificare un’alitosi cronica è necessaria una diagnosi professionale da parte di un dentista o un dottore.

Le cause dell’alitosi possono dipendere dal cibo che mangiamo, oppure dai farmaci che prendiamo o dalle stesse abitudini di vita; ovvero tutto ciò influisce sulla formazione di un ambiente favorevole ai batteri anaerobici, che producono zolfo e quindi alito cattivo. Infine la secchezza della bocca che può essere innescata da una mancanza di saliva attraverso il fumo, l’alcol, il russare, il parlare a lungo.

Contrariamente a ciò che si pensa l’alitosi non viene dallo stomaco ma da tubi aperti che collegano l’intestino crasso, l’intestino tenue e lo stomaco all’esofago e alla bocca. Quindi alcuni cibi come primeggiano, cipolle e aglio possono favorire l’alitosi perché contengono composti maleodoranti di zolfo. Anche i latticini, carne e pesce contenenti proteine dense, che vengono utilizzate come fonte alimentare dai batteri anaerobici che producono zolfo. Infine, caffè e succhi essendo acidi forniscono un ambiente di riproduzione ideale ai batteri.

L’alitosi può essere combattuta mangiando cibi ricchi di fibre e prodotti freschi che contengono vitamine e minerali che creano denti forti e duraturi. Gli alimenti abrasivi aiutano a liberarsi dalla placca che causa cattivo odore, come se si stesse lavando i denti mentre si mangia.

Frutta e verdura ad alto contenuto di vitamina C per ridurre placca e gengiviti e avendo un  elevato contenuto di acqua, promuovono la produzione di saliva in bocca.