Arriva l’holter da polso

Arriva l’holter del respiro, un braccialetto hi-tech, leggero e senza fili, che per la prima volta conta i respiri; registra i livelli di ossigeno nel sangue, la frequenza cardiaca e il movimento nelle diverse condizioni di vita, come sforzo, sonno, attività quotidiane.

L’holter del respiro è stato ideato da un team di pneumologi italiani per aiutare i medici a seguire la funzionalità respiratoria dei pazienti nel quotidiano.

Un device come questo permetterà una valutazione corretta dei pazienti con un’insufficienza respiratoria indotta da qualsiasi causa, e consentirà anche di far emergere episodi di calo dell’ossigeno nel sangue da sforzo o nel sonno che altrimenti non sarebbero rilevabili e definendone la gravità, per aiutare quindi a identificare le strategie terapeutiche più corrette.

Il braccialetto potrà essere indossato per 24 ore di seguito proprio come l’holter cardiaco, in modo da migliorare la diagnosi e il monitoraggio dei pazienti con problemi cardiopolmonari.

Il nuovo L’holter potrà rivelarsi molto utile per la diagnosi precoce dell’insufficienza respiratoria da malattie come la BPCO, le patologie interstiziali del polmone o i disturbi respiratori del sonno e potrà essere efficace anche nella diagnosi della dispnea cronica e da sforzo inspiegabili, così come per il monitoraggio della risposta clinica dei pazienti in ossigeno-terapia per verificare l’appropriatezza della prescrizione.