Arrivano le zanzare? Impariamo a conoscerle per poterci difendere

49Arriva l’estate e con essa anche le zanzare che in questo periodo diventano per alcuni un vero e proprio incubo.

In pochi sapranno che non tutte le zanzare pungono ma solo la zanzara femmina e lo fa per procurarsi il sangue con cui far maturare le sue uova.

Quando pungono, iniettano nel nostro corpo sostanze irritanti che aumentano il flusso di sangue nella zona in cui avviene la puntura ed è questo che provoca il fastidiosissimo prurito. Il prurito è il male minore se si pensa che potrebbero trasmettere alcune malattie virali o parassitarie fortunatamente molto rare alle nostre latitudini.

Le zanzare pungono quando attirate da stimoli olfattivi, dall’anidride carbonica e dal vapore emessi con il respiro, dalla temperatura del nostro corpo e dai colori scuri.

Esistono alcuni rimedi naturali che possono aiutare a proteggersi dalle punture.

La zanzara ha bisogno di acqua stagnante quindi, eliminare dai propri balconi o dai propri giardini qualunque contenitore possa favorire il ristagno d’acqua le allontana naturalmente.

Evitare di stare all’aperto durante le ore notturne, o in alternativa indossare maglie a manica lunga e pantaloni lunghi, possibilmente di colore chiaro.

In alternativa agli insetticidi  possono essere utilizzati oli essenziali estratti da piante anti-zanzare, quali citronella, lantana, neem, basilico, eucalipto, lavanda, geranio e menta piperita.

Infine, esistono delle vere e proprie trappole per zanzare ad anidride carbonica o a luce ultravioletta o dispositivi repellenti a ultrasuoni.