Attacchi di panico e crisi d’ansia

Attacchi di panico e crisi d’ansia sono tra i più frequenti e diffusi disturbi d’ansia. Si manifestano con un’improvvisa e rapida escalation di ansia che si manifesta per un periodo che può durare fino a 13 minuti.  I principali sintomi somatici o cognitivi sono: palpitazioni, tachicardia, capogiri, tremori, sudorazione, sensazione di soffocamento, sensazione di irrealtà, paura di diventare pazzo, paura di morire, sensazioni di torpore, brividi o vampate di calore.

L’attacco di panico viene descritto da chi ne soffre come un’esperienza di paura intensa e inaspettata.

Il singolo episodio può facilmente sfociare in un vero e proprio disturbo di panico, che è caratterizzato dalla presenza di attacchi di panico ricorrenti.

Gli attacchi di panico sono spesso anche un conseguenza ad altre psicopatologie, come la claustrofobia o l’agorafobia. In questi casi, molti pazienti tendono a evitare alcune situazioni temute modificando completamente lo stile di vita personale e anche dei propri familiari.

Gli attacchi di panico possono manifestarsi anche durante le ore notturne, nella forma di un risveglio improvviso in uno stato d’ansia.

La cura più efficace per questa patologia è il trattamento psicoterapeutico cognitivo comportamentale in alcuni casi anche associato all’utilizzo di farmaci specifici.

Spesso si possono adottate anche alcune tecniche di rilassamento soprattutto nel trattamento dei sintomi fobici e degli attacchi di panico.