Aumentano i fumatori tra i giovanissimi

Secondo i dati raccolti da un’indagine svolta dal sistema di Sorveglianza Global Youth Tobacco Survey (Gyts), che ha coinvolto ben  180 Paesi sull’uso del tabacco fra i giovani, la prima sigaretta si accende per gioco già intorno ai 10 anni. In alcuni casi dal gioco, il fumo diventa abitudine per un ragazzo su cinque fra i 13 e i 15 anni.

I dati sono stati raccolti nell’anno scolastico 2017-2018 in 33 scuole secondarie di primo grado e 33 scuole secondarie di secondo grado coinvolgendo in totale 1.700 studenti.

In Italia le ragazze fumano più degli uomini. Il 24% delle ragazze sono fumatrici abituali di sigaretta e il 13% della e-cig mentre tra i maschi il 16% consuma abitualmente sigarette e il 22% utilizza la e-cig.

Negli ultimi 4 anni il consumo della e-cig si è diffuso vertiginosamente ed è comparabile a quello della sigaretta tradizionale. I fumatori occasionali di e-cig sono raddoppiati passando dal 18% al 44%.

Inoltre chi fuma le sigarette elettroniche (soprattutto i giovani) ritiene di essere in grado di smettere quando vuole (81%), tuttavia poco più della metà ha tentato realmente di farlo.

Malgrado la normativa sul divieto di acquisto delle sigarette la maggior parte delle tabaccherie permette l’acquisto ai minori.

Un altro dato molto allarmante e che spesso viene sottovalutato è l’esposizione al fumo passivo che un ragazzo su due subisce sia in casa che a scuola.