A Roma bimba di 3 anni salva con un mini cuore artificiale

adult-ambulance-care-263210All’ospedale Bambin Gesù una bimba di 3 anni affetta da miocardiopatia dilatativa è stata sottoposta ad un intervento di particolare complicanza; un impianto di un mini cuore artificiale grande come una batteria stilo.

L’intervento è stato eseguito dal dottor Antonio Amodeo e la sua équipe il 2 Febbraio ed oggi le condizioni della bimba sono buone.

Negli ultimi 20 anni – spiega il dr. Antonio Amodeo – per i piccoli pazienti è stato disponibile un solo modello di cuore artificiale paracorporeo, che se da un lato faceva registrare un 70% di sopravvivenza, dall’altro non permetteva la dimissione a casa dei pazienti”.

La bimba è stata estubata dopo 10 giorni. Con questa operazione infatti i piccoli pazienti non sono obbligati al ricovero fino al momento del trapianto grazie a un cavo addominale per la ricarica. Il cuore impiantato nella bambina è un modello interamente toracico, alimentato da una batteria esterna adatto a pazienti a partire dagli 8 chili di peso e fino a un’età di circa 10 anni.

Capofila del progetto europeo sarà per l’appunto il Bambin Gesu al fine di ottenere il marchio CE del dispositivo.

La sperimentazione clinica partirà nei prossimi mesi negli Stati Uniti.