Bruciore di stomaco? Come alleviare il fastidio?

I carboidrati, ossia gli zuccheri a lunga catena contenuti principalmente in cereali, pasta, patate e legumi, sono considerati alimenti di facile digestione perché rapidamente assimilabili e trasformabili dal nostro organismo.

Per questo motivo vengono spesso consigliati come principale fonte energetica. Tuttavia questo non è sempre vero. Molti cereali, come patate e riso contengono glutine e possono causare un certo disagio a chi è intollerante, con episodi di nausea e di infiammazione.

Anche il mais o il farro, possono mettere a dura prova la digestione soprattutto quando consumati non cotti possono causare acidità di stomaco a causa della presenza della crusca e di altre fibre insolubili.

Per chi soffre di acidità di stomaco è fondamentale ridurre al minimo anche i condimenti utilizzati per insaporire pasta, riso, patate e i sughi troppo grassi, soprattutto, se di origine animale o fortemente speziati e a base di pomodori, peperoni o altre verdure che stimolano la secrezione di succhi gastrici.

Anche i prodotti da forno lievitati dovrebbero essere evitati soprattutto se conditi e farciti a differenza di quello da forno secchi che non determinano né acidità né dispepsia.

Qualunque cosa si mangi è utile masticare lentamente e cercare di dissipare ansie e stress che spesso soni i principali fattori che influenzano negativamente la digestione.