Caduta dei capelli nel periodo delle castagne

Durante il periodo autunnale, tra ottobre e novembre, si perde una quantità di capelli superiore rispetto al resto dell’anno. La causa principale della caduta secondo gli esperti è da imputare alla variazione delle ore di luce nell’arco della giornata che attivano un meccanismo legato all’ormone regolatore del ciclo luce-buio.

A differenza di ciò che si possa pensare il problema della caduta dei capelli nel periodo autunnale non riguarda solo le donne ma anche gli uomini, e si stima che in questo periodo si arrivi a perdere circa il 20-30% di capelli in più rispetto al resto dell’anno.

Per far fronte al problema gli esperti consigliano di prestare maggiore attenzione all’alimentazione aumentando il consumo di vitamine, proteine e fibre, per rafforzarli e per favorirne la salute.

La dott.ssa Rosanna Giordano, biologa nutrizionista, consiglia di favore cibi ricchi di ferro (spinaci, biete, carne magra, legumi, cereali) e per migliorarne l’assorbimento abbinarci alimenti che contengano la vitamina C.

Anche la carenza di vitamina B può fortemente influenzare la caduta dei capelli, è importante pertanto mangiare alimenti che la contengono come pesce, piselli, pollo, lenticchie, formaggi, tuorlo d’uovo e latte.

Si consiglia infine, di bere tanta acqua, almeno 8 bicchieri al giorno, ed evitare bibite gassate.