Cocktail di farmaci: è la terapia sperimentale contro il Coronavirus

Comincia la fase di sperimentazione di profilassi terapeutica precoce. Partirà nel comune di Medicina, il più colpito dal Covid-19, lo ha annunciato il commissario per l’emergenza Sergio Venturi.

Da domattina inizieranno le prime visite al domicilio dei pazienti.

Il direttore generale dell’Ausl Imola, Andrea Rossi spiega: “Attualmente sono circa 115 le persone con Covid-19 accertato nell’area confinata di Medicina. Poco più della metà sono ricoverate, per cui il target dell’intervento è di circa 150 persone tra positivi, contatti stretti che hanno iniziato a mostrare sintomi ma non ancora accertati e altri pazienti con sintomi che sono stati segnalati dai medici di famiglia o che hanno contattato l’Ausl”.

Il percorso di profilassi seguirà il seguente iter: dopo un primo triage telefonico, avverrà la prima visita a domicilio da parte di medico e infermiera territoriali. A seguito della valutazione clinica, se il paziente aderirà alla sperimentazione, gli verrà effettuato il tampone e consegnato il “cocktail di farmaci” (idrossiclorochina associata ad antivirali e/o antibiotici) per una settimana di profilassi.

Dopo 48 ore avverrà il primo controllo specialistico in ospedale.

Il professor Pierluigi Viale spiega l’obbiettivo del programma: “L’avvio di una terapia precoce può evitare un certo numero di malattie gravi, risparmiando ricoveri, soprattutto in terapia intensiva”.