Disfonia: quali possono essere le cause e le cure?

Il termine disfonia indica una generica alterazione della voce che può essere temporanea o duratura.

La voce è il risultato di notevoli e complesse interazioni che coinvolgono mantice polmonare, laringe, apparato di risonanza. L’emissione del linguaggio articolato viene eseguito da movimenti volontari di lingua, denti, labbra e guance.

La disfonia può essere causata da diversi fattori, come: laringite, malformazioni congenite, neoplasie a carico di polmoni, malattie metaboliche o endocrine. Inoltre ci sono anche diversi fattori che possono influenzare un disturbo della voce, tra cui: invecchiamento, allergie, cancro, abuso di fumo e alcool, raffreddore o infezioni delle vie respiratorie superiori, stress psicologico, problemi alla tiroide.

Nella maggior parte dei casi la disfonia si presenta con la raucedine (voce rauca o secca), che spesso compare in associazione con malattie infiammatorie.

Un eventuale trattamento medico necessita anzitutto di una certa identificazione dei fattori che causano l’alterazione della voce. Ci sono diversi farmaci in commercio per il trattamento dei disturbi vocali a seconda della causa della disfonia. In alcuni casi si può invece prevedere una procedura chirurgica che permetta la rimozione delle lesioni alle corde vocali. Infine si può intervenire con una terapia logopedica che permetta la riabilitazione logopedica può aiutare a migliorare l’uso della voce.