Dislessia: ecco le novità

88Un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università di Tel Aviv, in collaborazione con i colleghi dell’Università della California-San Francisco ha dimostrato che alcuni dislessici possono migliorare la comprensione della lettura cucinando torte e giocando a giochi di strategia piuttosto che con tecniche più tradizionali come l’apprendimento dei suoni delle lettere e la consapevolezza fonologica.

Lo studio è stato condotto su 55 bambini di lingua inglese di età compresa tra 10 e 16 anni con un’ampia varietà di disabilità di lettura di cui la metà diagnosticamente dislessici.

I ricercatori hanno creato una formula semplice per calcolare la differenza fra le abilità della lettura ed abilità di decodifica dei partecipanti. I bambini sono stati sottoposti a risonanza magnetica. I ricercatori poi hanno paragonato le immagini mappate dei cervelli dei partecipanti ai loro risultati di abilità di lettura.

Il risultato a cui sono arrivati i ricercatori è che la densità dei neuroni nella “corteccia prefrontale dorsolaterale” è precedente alla capacità di lettura in età adulta.

Questo risultato permetterà ai medici di prevedere chi sarà un dislessico resiliente, indipendentemente dalla capacità di lettura iniziale del bambino e agli psicologi di sviluppare esercizi per questi bambini che valorizzano la “memoria di lavoro” che può migliorare le loro capacità di comprendere i testi.