I diversi vaccini per la meningite

virus-1913183_1920Somministrereste un potente antidolorifico a vostro figlio? Berreste lo sciroppo per la tosse di vostra figlia? Come per le medicine, esistono vaccini specifici per adulti e per bambini.

Come scritto nel precedente articolo, la meningite continua a riempire le pagine dei giornali e dei principali notiziari, soprattutto per la moltitudine di casi registrati in Toscana. Infatti, tra inverno e primavera, si raggiunge il picco di contagi per questa malattia. I casi però, in Italia, non sono in aumento.

Ogni anno ci sono circa mille casi di meningite in Italia, causati da diversi agenti infettivi. I più colpiti sono i bambini e i giovani adulti. Per questo esistono diversi tipi di vaccini: è consigliato vaccinare i bambini tra i 3 e i 12 mesi di vita con l’Haemophilus Influenzae, contenuto nella vaccinazione esavalente. La copertura di questo vaccino risulta buona, dato confermato dai circa 10 casi registrati ogni anno in Italia, dovuti alla non vaccinazione.

Per il meningococco di tipo C, quello di cui si parla da diverso tempo, esiste un vaccino tetravalente, cioè anti-meningococco A, C, Y e W, consigliato per gli adolescenti e per chi soffre di patologie epatiche.

L’invece più recente vaccino contro il meningococco di tipo B, virus che causa in media 70 casi l’anno, è consigliato agli adulti, il quale è inoltre offerto gratuitamente in alcune regioni.