Dolori da “ufficio”, l’80% degli impiegati ne soffre

office-594132_640Nell’ambito del convegno “Salute in ufficio” è stata presentata al Ministero della Salute una ricerca Loudhouse sui disturbi legati al proprio lavoro.

La sedentarietà e la posizione acquisita in ufficio, danneggiano a lungo termine la salute, soprattutto i problemi legati alla postura. In Itala, il costo dell’assenteismo dovuto a disturbi posturali è addirittura di oltre 3 miliardi ogni anno.

Le abitudini sbagliate peggiorano la situazione. Tra queste, il 97% ha quella di stare seduto e di non muoversi, il 90% tiene una posizione ingobbita, l’85% incrocia le gambe.

Nello specifico, lo studio mostra che gli intervistati soffrono di: mal di schiena 61%, mal di testa 55%, tensione o dolore alle spalle 49%, problemi agli occhi 49%, dolore al collo 47%, dolore al polso o al braccio 31%.

Negli ultimi 3 anni 8 persone su 10 hanno sofferto di almeno uno di questi disturbi. “Rendere salubre il luogo dove viviamo vuol dire renderci sani e rendere migliore la nostra vita. Sono le piccole scelte a portare le grandi trasformazioni” – ha precisato al convegno il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. – “Sono le piccole scelte a portare le grandi trasformazioni. Abbiamo inserito il tema della salute nelle città nel contesto più ampio del G7 sull’impatto dei cambiamenti climatici. Siamo in un processo di trasformazione enorme, che impatta sulla vita delle persone, e che è dovuto ai cambiamenti climatici, all’inquinamento e ai modi di vivere”.