Energy drink e danni al fegato: correlazione possibile?

tin-1568095_1920Bere troppi energy drink potrebbe provocare grossi danni al fegato.  L’appello è stato lanciato dalla University of Florida, sulla rivista BMJ, dopo il caso di un uomo finito in ospedale in seguito ad abuso di queste bevande.

L’uomo, un muratore cinquantenne, per tre settimane è arrivato ad assumerne 4-5 lattine al giorno. In seguito a forti dolori addominali, accompagnati da nausea e vomito, si è recato in ospedale, spaventato anche dall’aver notato un’improvvisa ed eccessiva perdita di peso e urine scure. Esami specifici hanno evidenziato la presenza di transaminasi molto  elevate ed evidenza di epatite cronica C. Dopo trattamento farmacologico, i parametri sono rientrati nella norma, ottenendo la risoluzione dei sintomi lamentati dal paziente.

Lo sviluppo di epatite acuta nel paziente sembrerebbe essere collegata all’eccessivo consumo di energy drink. Le bevande energetiche contengono caffeina, taurina, niacina ed un’elevata quantità di zuccheri, utili a fornire una carica di energia in più. Considerando che il paziente ha assunto grosse quantità al giorno di queste sostanze, non ci è voluto molto prima che il fegato subisse danni.

Le bevande energetiche, pertanto, dovrebbero essere incluse dai medici nell’iter diagnostico di pazienti con epatite acuta, soprattutto una volta che sono state escluse altre cause eziologiche.

Ogni anni negli Stati Uniti, dove il consumo di queste bevande è molto diffuso, si registrano tantissimi casi simili a questo.

Ciò dimostra ancora una volta quanto l’eccesso sia sbagliato. Anche perché, abusare di bevande che promettono ore ed ore di energia in più, può arrecare seri danni alla salute.