Eseguito in Inghilterra il primo trapianto di entrambe le mani

handsÈ stato recentemente eseguito al Leeds General Infirmary, nel Regno Unito, un intervento di doppio trapianto di mani su un uomo reduce da un incidente sul lavoro che anni fa ha provocato la perdita di entrambe le mani. Si è trattato di un intervento estremamente complesso, anche perché l’uomo non aveva perso le due mani per intero, sia la base che i pollici erano infatti rimasti illesi dall’incidente. Per effettuare con successo il trapianto di mani, oltre al risultato funzionale, bisogna infatti prestare attenzione anche all’aspetto estetico. Non si tratta solo di trovare un donatore immunologicamente compatibile, è indispensabile che le mani trapiantate abbiano un aspetto appropriato perché sono un organo sempre esposto e visibile e pertanto l’impatto psicologico sul paziente che riceve le mani è di estrema importanza.  L’intervento è stato eseguito negli ultimi giorni, ma il paziente ha già fatto qualche piccolo movimento e afferma di essere assolutamente soddisfatto delle le sue nuove mani. In Italia in passato un uomo è stato protagonista di un trapianto di mano eseguito all’ospedale San Gerardo di Monza dal Dottor Marco Lanzetta, ma dopo alcuni anni si è sottoposto a un intervento per farsi amputare l’arto impiantato poiché avvertiva un dolore troppo intenso e perché, psicologicamente, non aveva accettato del tutto la nuova mano. Questo aiuta ancora di più a comprendere come un trapianto del genere sia di estrema importanza tanto clinico-chirurgica, quanto psicologica.