Nuovo farmaco per il carcinoma mammario in stadio avanzato

woman-3137828_1920Il tumore metastatico al seno, che in Italia colpisce circa 30.000 donne si verifica quando la malattia si diffonde anche ad altre parti del corpo come polmoni, cervello, fegato ed ossa. Si tratta dello stadio avanzato del tumore al seno. La diagnosi arriva soprattutto alle donne in menopausa, con un’età media di 63 anni, anche se il numero di casi in donne più giovani è in aumento negli ultimi anni.

Per contrastare questa malattia, è arrivata in Italia, per la prima volta da 10 anni, una nuova innovazione terapeutica che si chiama Palbociclib. Il farmaco è stato approvato per il trattamento delle donne con tumore al seno metastatico sensibile agli ormoni, il quale rappresenta circa il 60% di tutti i casi di carcinoma metastatico mammario.

Dei 50.000 nuovi casi registrati, solo il 10% circa è in fase metastatica al momento della diagnosi; invece il 30% delle donne a cui viene diagnosticato il carcinoma mammario, potrà sviluppare, in futuro, una forma di tumore al seno metastatico.

Il problema principale del carcinoma al seno metastatico HR+/HER2- è l’acquisizione nel tempo da parte delle pazienti alla terapia endocrina. Ecco perché serve quindi un nuovo tipo di farmaco più efficace: il Palbociclib, è il primo di una nuova classe di prodotti a bersaglio molecolare, gli inibitori delle chinasi ciclina-dipendenti 4 e 6, le quali sono due proteine implicate nella regolazione e progressione del ciclo cellulare.