Focus on: Psoriasi del cuoio capelluto

slide-opensourceLa psoriasi nella sua forma più comune si presenta come psoriasi volgare o psoriasi a placche. Nei soggetti psoriasici il cuoio capelluto è comunemente sede di lesioni. Nelle forme più gravi tutto il cuoio capelluto può essere ricoperto da chiazze eritematose con cumuli compatti di squame color bianco argenteo (psoriasi a “calotta” o a “caschetto”) ma l’estensione oltre il margine d’inserzione dei capelli è inferiore rispetto alla dermatite seborroica.

Le lesioni psoriasiche sono accompagnate oltre che da squame cornee anche da prurito e arrossamento. Sintomi che interferiscono notevolmente con la vita sociale, personale e lavorativa di tutti i giorni. Molti considerano questa malattia come contagiosa e infettiva e queste errate convinzioni contribuiscono all’isolamento dei pazienti. I malati di psoriasi, molto spesso, vivono tutte le interazioni sociali con grande disagio e profondo senso di vergogna, che possono arrivare a condizionare, soprattutto nei più giovani, anche la vita intima negli scambi interpersonali.

In affiancamento alle terapie disponibili per la psoriasi del cuoio capelluto anche complementi dermocosmetici specifici (ad es. shampoo) possono aiutare a ridurre le placche e squame e avere un’azione lenitiva, anti-prurito e cherato-normalizzante, mantenendo i capelli morbidi e idratati e favorendo la compliance del paziente.