GRAVIDANZA MOLARE: Evento raro, ma pericoloso

mola idatiformeLa gravidanza molare viene anche chiamata mola idatiforme; è una forma precancerosa di malattia trofoblastica gestazionale. È dovuta a uno squilibrio del materiale genetico (cromosomico) nella gravidanza. In genere, si verifica quando uno spermatozoo feconda un ovocita privo di materiale genetico (gravidanza molare completa) o due spermatozoi fecondano un ovocita normale (gravidanza molare parziale). Nella gravidanza molare completa, l’embrione non si sviluppa per niente. In quella parziale, ci può essere uno sviluppo fetale che non arriva però mai a uno stadio vitale, a causa dello squilibrio tra cromosomi maschili e femminili. Più precisamente, i trofoblasti, ossia le cellule che formano la placenta, si raggruppano in sacche piene di liquido (cisti), simili ad acini di uva bianca. Vengono identificate con il termine mola, derivata dal latino per massa. L’eziologia è ancora poco conosciuta, ma sembra che, fra le cause, ci siano due fattori di rischio importanti:

  • Carenze di nutrienti nella dieta. La Mancanza di carotene, una forma di vitamina A, può aumentare il rischio di una gravidanza molare. Un basso contenuto di proteine ​​animali e grassi nella dieta potrebbe anche farti del male.
  • Un uso prolungato degli anticoncezionali orali. E’ considerato poco sicuro da qualche anno. Alcuni studi hanno dimostrato che un’assunzione prolungata nel tempo aumenta il rischio di gravidanza molare. Bisogna smettere di assumere la pillola contraccettiva un paio di anni prima di tentare il concepimento.