I benefici di una tazza di tè

Il tè è una bevanda ricca di flavonoidi, un gruppo di polifenoli con potente attività antiossidante. Una tazza di tè nero contiene circa 200 mg di flavonoidi e circa 40 mg di caffeina per ogni 250 ml.

Franca Marangoni della Nutrition Foundation of Italy, spiega: “Le foglie, soprattutto quelle del tè verde, contengono anche catechine, flavonoli, acidi fenolici e un aminoacido, la teanina, che svolge un ruolo protettivo in alcune malattie”.

I ricercatori hanno monitorato lo stato di salute di oltre 130 mila pazienti tra i 18 e i 95 anni. I dati raccolti hanno svelato che i consumatori tè hanno un profilo cardiovascolare migliore rispetto a chi non lo beve, è meno spesso dedito al fumo ed è più propenso a svolgere attività fisica.

Uno studio presentato al congresso dell’European Society of Cardiology ha svelato che chi consuma abitualmente tè ha un rischio di morire a causa di una problematica non cardiovascolare inferiore del 24%.

Marangoni spiega: “In particolare, l’assunzione di tre tazze di tè al giorno è risultata efficace nel ridurre l’incidenza di infarto del miocardio di circa l’11%”.

Il consumo quotidiano di tè può ridurre anche il rischio di ictus ischemico. Secondo gli scienziati la riduzione del danno post ischemico, va attribuita alla teanina, un aminoacido contenuto in dosi elevate nel tè, ma soprattutto ai polifenoli, dei quali il tè stesso è particolarmente ricco.