Igiene intima, consigli e curiosità

model-2067789__340In molti sicuramente non sanno che la vagina è un’area del corpo capace di pulirsi da sé; per questo è sufficiente detergere i genitali esterni con acqua e un po’ di sapone delicato. Inoltre, sono sconsigliate le lavande vaginali, che potrebbero alterare la microflora locale esponendo la vagina ad un aumentato rischio di infezione.  Sono fortemente controindicati anche spray ed altri prodotti deodoranti nella regione intima perché potrebbe determinare irritazioni o reazioni allergiche ma soprattutto perché i cattivi odori non devono essere nascosti ma trattati.

Durante l’età fertile il pH vaginale è leggermente acido (intorno a 4,5) per questo motivo i detergenti dovrebbero avere un pH intorno a 3,5 – 5,5.

Non bisogna esagerare con l’igiene intima poiché l’utilizzo di troppo sapone potrebbe seccare la pelle provocando una perdita di elasticità. La stessa cosa succede se non si procede con un generoso risciacquo dopo l’applicazione del detergente intimo.

È molto importante anche limitare l’utilizzo di indumenti  eccessivamente stretti, preferendo biancheria intima di cotone ed evitando materiali sintetici come il nylon. Durante la notte è consigliabile non indossare le mutandine; queste devono essere lavate ad alte temperature (90°) e sciacquate abbondantemente per allontanare i residui di detersivo.