Indebolimento e diradamento dei capelli, un’altra delle conseguenze per chi si ammala di Sars Cov-2

Indebolimento e diradamento dei capelli, un’altra delle conseguenze per chi si ammala di Sars Cov-2.

Secondo gli esperti si arriverebbe alla perdita di 100/200 capelli al giorno.

La Prof.ssa Piraccini, direttrice della Scuola di Specializzazione di Dermatologia e Venereologia dell’Università degli studi di Bologna ha spiegato: “Più del 30% delle persone che contraggono l’infezione da Covid-19 riporta una copiosa caduta di capelli, abbondante, fatta di intere ciocche perse. E questo sul piano psicologico aggrava le conseguenze del Coronavirus”.

Già dal giugno 2020, in Italia, a Bologna, è stata istituita una task force, guidata dalla Dott.ssa Michela Starace, che sta coordinando gli scienziati di tutto il mondo per registrare tutti i casi di caduta di capelli dopo l’infezione da covid-19.

La Prof.ssa Piraccini conclude: “Rimuovendo i residui dei farmaci le successive applicazioni saranno sicuramente più efficaci solitamente si torna alla normalità nel giro di qualche mese, ma se una persona è già affetta da malattie dei capelli, tipo alopecia androgenetica (che interessa il 50% delle persone di sesso maschile e femminile), quando la caduta si ferma il diradamento dei capelli rimarrà accentuato”.

Foto di diana.grytsku – it.freepik.com