Ingredienti pericolosi in alcuni liquidi per sigarette elettroniche

vape-2439322_1920Uno studio americano mette in guardia sull’utilizzo dei liquidi delle popolarissime e-cig. Alcuni di loro più tossici della nicotina.

Da tempo ormai vengono effettuati diversi studi per verificare la tossicità delle sigarette elettroniche. Uno degli ultimi riguarda la possibile tossicità di alcuni liquidi utilizzati per le sigarette elettroniche.

Lo studio è stato condotto dall’Università del North Carolina (USA) sulla base di una presunta tossicità proveniente dai composti chimici utilizzati per la produzione di aromi. Secondo l’autore dello studio infatti, alcuni di questi composti sono più tossici della nicotina. I due componenti principali dei liquidi per sigarette elettroniche sono la glicerina vegetale e il glicole propilenico, a cui poi viene aggiunto l’aroma (da quelli più semplici come ciliegia o vaniglia, a quelli più particolari come whiskey).

I ricercatori hanno analizzato 148 liquidi, esponendoli a cellule umane con esperimenti in laboratorio, scoprendo che la tossicità del prodotto aumenta in modo direttamente proporzionale alla quantità di ingredienti presenti negli aromi. Dopo aver analizzato i risultati, i ricercatori hanno sottolineato che i liquidi danneggiano le cellule dei polmone e delle vie aeree superiori, e potrebbero portare alla BPCO.

Nel mese di marzo sono stati 800 gli studi analizzati in una ricerca commissionata dal Congresso degli Stati Uniti e condotta dall’Accademia Nazionale delle Scienze, dell’Ingegneria e della Medicina. Inoltre, dopo aver analizzato i risultati di studi condotti in precedenza, è stato constatato che le sigarette elettroniche aiutano gli adulti a smettere di fumare quelle tradizionali, mentre potrebbero indurre i giovani a fumare tabacco convenzionale.