Insonnia da smartphone: adolescenti a rischio

girl-2954368_1920I giovani tra i 12 e i 25 anni rischiano di sviluppare serie problematiche psichiche se non si interviene subito. L’allarme è stato lanciato dal direttore del Dipartimento di Neuroscienze e salute mentale dell’Asst Fatebenefratelli-Sacco di Milano.

È stato stimato che a Milano e provincia, circa 40.000 giovani si dicono insoddisfatti della propria vita, e molti manifestano anche disturbi di ansia e depressione. Inoltre, uno studente su tre ha provato alcol o sostanze stupefacenti, ma a preoccupare gli esperti sono gli smartphone e gli altri dispositivi elettronici che bombardano la mente dei giovani.

Secondo gli studi effettuati negli ultimi anni, i ragazzi sotto i 18 anni dovrebbero dormire almeno 7/8 ore a notte; molti dei ragazzi intervistati invece non supera le 6 ore a notte, e addirittura una notte su dieci dorme meno di 6 ore.

Questo nuovo disturbo è stato rinominato “insonnia tecnologica” e mette a repentaglio lo sviluppo del loro cervello, e se c’è una predisposizione latente, espone anche al rischio di sviluppare disturbi psichici.

La privazione del sonno (che spesso diventa cronica) e l’utilizzo (sempre più diffuso) di sostanze stupefacenti, influisce sulla maturazione celebrale dell’adolescente, con livelli che cambiano a seconda della sostanza e dell’assunzione.