La colazione: il pasto più importante della giornata

La colazione è il primo pasto della giornata ed è anche quello più importante che ci permette di affrontare al meglio le nostre attività quotidiane (scuola o lavoro).

Una prima colazione sana garantisce una migliore resa fisica e mentale e favorisce un’equilibrata suddivisione di tutti gli atri pasti.

È dimostrato infatti che chi non mangia al mattino ha più difficoltà nel controllare il proprio peso ed è incline ad adottare abitudini alimentari scorrette.

Oltre 8 milioni di italiani non consuma una colazione adeguata. Il 17%, salta del tutto il primo pasto della giornata, mentre il 46% riesce a stento a ritagliarsi una sosta cappuccino e cornetto che comunque dura meno di dieci minuti.

Secondo la dott.ssa Sabrina Oggionni, nutrizionista dell’ospedale Humanitas Gavazzeni di Bergamo fare colazione è importantissimo perché: “Fornisce l’energia necessaria, dopo il riposo notturno, e permette al corpo e al cervello di ripartire al meglio, grazie all’apporto di diversi nutrienti. Durante il digiuno il nostro corpo utilizza le riserve di zucchero del fegato che al risveglio sono in fase di esaurimento: se non ci rifocilliamo con una buona colazione, andiamo incontro a un meccanismo di compensazione bruciando le proteine muscolari e in minor quantità i grassi di riserva per produrre energia. Inoltre dopo un digiuno prolungato si tende a consumare un pranzo e una cena abbondanti, con un conseguente massiccio immagazzinamento di energia sotto forma di grassi. Una prima colazione adeguata aiuta ad aumentare il senso di sazietà durante tutto il giorno, favorendo la regolarità dei pasti. Uno studio della Harward Medical School dice che coloro che fanno colazione presentano un rischio ridotto della metà di sviluppare obesità rispetto a coloro che invece la saltano”.

Gli alimenti più indicati per una corretta alimentazione sono sicuramente latte o yogurt con pane o fette biscottate; frutta fresca o spremuta; infine si può aggiungere un poco di dolcezza con miele o marmellata.