La corretta diagnosi dei melanomi consente una piena guarigione

neck-1211231 (1)Negli ultimi anni, grazie ai progressi della ricerca scientifica, sono migliorate le conoscenze sui diversi tipi di melanoma ed è oggi possibile caratterizzare questa malattia a partire dal DNA. I melanomi non sono tutti uguali, ma ne esistono di diversi tipi, ciascuno con caratteristiche diverse che lo identificano permettendo una cura mirata e specifica. Il più insidioso è il “melanoma bianco“, o anche detto amelanotico, perché privo del caratteristico colore scuro che caratterizza i tumori maligni della pelle più conosciuti, individuabile solo dall’occhio più esperto ed allenato.

Una corretta e precoce diagnosi dei melanomi consente una guarigione al 100%: riconoscere precocemente un melanoma e distinguerlo correttamente da un comune neo o da una lesione benigna della cute permette infatti di prevenire eventuali complicanze grazie ad un’immediata rimozione e a un’adeguata cura farmacologica. La capacità di saperli riconoscere, pertanto, riveste un’importanza fondamentale.

Per questo si è tenuto in questi giorni a Napoli un corso di addestramento a cui hanno partecipato un centinaio tra medici di famiglia e dermatologi specialisti. Frutto di un accordo di collaborazione tra la dermatologia del Policlinico dell’Università Federico II di Napoli ,la Fimmg (Federazione dei medici di medicina generale) e il Sumai (principale sindacato di categoria della specialistica ambulatoriale), il progetto prevede un corso di formazione che mira ad addestrare i medici al contatto con il paziente per valutare al meglio i nei e dunque individuare precocemente il melanoma.

Una terapia innovativa per la cura dei melanomi. La valutazione corretta e in fase iniziale delle lesioni sospette consente di modificare il percorso terapeutico e migliorare l’efficacia e appropriatezza degli interventi terapeutici.