La depressione colpisce 5 italiani su 100. Per l’OMS è la principale causa di malattie

girl-1098612_1920L’OMS, in occasione della Giornata Mondiale della Sanità, ha evidenziato l’importanza di parlare, per le persone che soffrono di depressione. Infatti, è stata lanciata la campagna “Depression let’s talk”.

Nel mondo, attualmente, 300 milioni di persone soffrono di depressione. In 10 anni (dal 2005 al 2015) c’è stato un incremento del 18%. Sono circa 3 milioni le persone che ne soffrono in Italia; mentre 2 milioni soffrono d’ansia.

Secondo l’OMS, il primo passo per guarire è parlare con una persona di fiducia. Spesso però sorge il problema dell’incomunicabilità, cioè una condizione in cui il paziente non comunica il suo malessere a nessuno. Inoltre, sempre secondo l’OMS, esiste un collegamento tra depressione e alcune malattie: la depressione aumenterebbe l’uso di sostanze stupefacenti, il rischio di diabete e malattie cardiovascolari. Anche il contrario è vero: chi soffre di queste patologie, spesso è anche a rischio depressione.

Ma come è possibile capire i sintomi della depressione? Anche se non è possibile fare una diagnosi (è compito che spetta agli esperti del settore), ci sono dei comportamenti tipici dei pazienti che soffrono di depressione: queste persone vivono in uno stato generale di tristezza e malessere, perdono interesse nei confronti di attività che di solito lo appassionano, o peggio ancora non riescono a svolgere queste attività per un periodo di tempo prolungato.