La dieta per gli sportivi

spot-862274_1920Un’alimentazione corretta è alla base di una buona salute ed agisce come una medicina naturale. Inoltre, soprattutto per chi pratica sport, una dieta ben bilanciata è ancora più importante, perché può influenzare le prestazioni.

È pensiero comune credere che siccome si effettua una qualche attività sportiva, in cui si bruciano calorie, ci si può permettere di mangiare qualsiasi cosa, anche cibo spazzatura. In realtà non c’è niente di più sbagliato per chi fa sport: spesso si consumano alimenti con molte calorie, ma con pochi nutrienti. Bisognerebbe (soprattutto chi fa sport) controllare le etichette degli alimenti che consumiamo, cercando di evitare quelle con troppi conservanti e additivi. La dieta dovrebbe essere composta dal 55-65% di carboidrati, il 15-25% da proteine e il 15-20% da grassi; oltre ai classici alimenti, dovrebbero essere integrati anche vitamine e sali minerali, i quali non forniscono calorie ma permettono al corpo di funzionare in modo corretto.

Gli esperti consigliano di scegliere i carboidrati complessi, preferibilmente quelli a baso indice glicemico, che dovrebbero rappresentare almeno il 70% di quelli introdotti complessivamente. Sarebbe ideale partizionare le calorie giornaliere in 5 pasti: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. La colazione è particolarmente importante, e quindi non va mai saltata e soprattutto deve contenere circa il 20% delle calorie totali. Si può consumare dal latte coi cereali fino all’uovo con prosciutto, dallo yogurt alle mandorle, l’importante è che si tratti di grassi buoni o di ingredienti sani per il proprio organismo.