La dieta mediterranea non è accessibile a tutti

fusilloni-2236157_1920Stando a quanto sostiene un recente studio scientifico, seguire la dieta mediterranea porta benefici solo se si acquistano alimenti di qualità.

I tanti benefici della dieta mediterranea sono ormai noti a tutti come la protezione dalle malattie cardiovascolari, assunzione di grassi buoni o la perdita di peso. Gli esperti dell’Istituto di Ricovero a carattere scientifico IRCCS Neuromed, hanno preso in esame un campione di 18.000 persone, notando che i benefici della dieta mediterranea dipendono spesso dallo status socio-economico delle persone.

Dallo studio è emerso che la riduzione dell’incidenza del rischio cardiovascolare è più evidente nelle persone che possiedono un titolo di studio elevato e un reddito familiare consistente; nelle persone meno abbienti invece, non sono stati riscontrati benefici significativi.

Nelle persone con un reddito maggiore ed un titolo di studio più alto, la dieta è risultata più ricca di antiossidanti e polifenoli; inoltre il consumo di frutta e verdura è risultato essere più vario. Anche nel consumo di pesce e frutta secca la situazione è la stessa.

Analizzando questi dati ci si rende conto che esistono ancora disparità socio-economiche, che determinano una vera e propria disuguaglianza in materia di salute. La ricerca è stata pubblicata sull’International Journal of Epidemology, spiegando che i benefici della dieta mediterranea sono molto importanti per la salute, ma che spesso non tutti possono accedervi.