La Rockerfeller University presenta il gene-regista

2. Gene-RegistaIl gruppo di ricercatori della Rockerfeller University guidato da Ali Brivanlou ha analizzato il processo che guida le cellule staminali nella formazione di tessuti partendo da una forma di un embrione umano con meno cellule del normale, il risultato di tale esperimento è stato pubblicato sulla rivista Nature in un lungo e dettagliato articolo che presenta il gene-regista, ovvero il gene che decide quali cellule diventeranno pelle, quali cervello, quali ossa e quali muscoli.

Nella pratica le cellule staminali embrionali umane sono state fatte crescere in laboratorio e guidate a organizzarsi con l’aiuto di fattori di crescita. In questo modo i ricercatori hanno visto formarsi una gastrula in miniatura, ossia lo stadio primitivo dello sviluppo nel quale l’embrione si organizza in una struttura sferica formata da tre strati concentrici chiamati foglietti embrionali, che daranno origine agli organi, alla placenta e alle strutture necessarie perché l’embrione si impianti nell’utero.

Questa versione in miniatura dell’embrione primitivo, chiamata gastruloide, è stata poi messa ulteriormente alla prova ricorrendo a una chimera. È stata cioè impiantata per ovvi motivi di etica in un embrione di pollo per avere la prove ulteriore e definitiva della sua capacità di organizzarsi.

Tale scoperta permetterà di individuare eventuali difetti che impediscono a un embrione di attecchire nell’utero. Ma anche di trovare armi contro i tumori e verificare quali farmaci possono essere dannosi nelle prime fasi della gravidanza.