LA SCLEROSI SISTEMICA : L’importanza dell’ approccio multidisciplinare

sclerosi sistemica

La parola sclerodermia deriva dal greco sclero-derma e significa «pelle dura». E’ una rara malattia autoimmune  e degenerativa caratterizzata proprio da un’ anomala durezza e ispessimento della pelle a causa  di un aumento del tessuto connettivo (fibrosi) che si sostituisce a quello sano. Il termine medico più corretto per indicare questa patologia è “sclerosi sistemica” poiché, oltre alla pelle, interessa più organi, soprattutto cuore e polmoni. E’ stato dimostrato che le prognosi in caso di sclerodermia migliorano notevolmente se l’approccio terapeutico è tempestivo e polispecialistico, ossia se il paziente viene seguito da una rete di specialisti interessati dalla patologia (cardiologo, pneumologo, dermatologo, chirurgo vascolare), coordinati dal reumatologo. Tra le varie reti integrate di unità operative e di ambulatori, citiamo ScleroNet®, un insieme di quattro ospedali milanesi – Policlinico, Niguarda, Humanitas di Milano e Asst di   Legnano – costituita due anni fa.