La sindrome di Munchausen: fingersi ammalati per ricevere attenzioni

La sindrome di Munchausen è un disturbo psichiatrico che induce chi ne è affetto a fingersi ammalato per ricevere attenzioni, in alcuni casi persino a farsi del male o a ricercare attivamente di ammalarsi.

La sindrome di Munchausen può essere curata con la psicoterapia. Le possibilità di guarigione attraverso la psicoterapia sono molto elevate. Purtroppo, però, molti dei soggetti che ne soffrono rifiutano le cure, in quanto incapaci di riconoscere l’esistenza stessa della malattia.

La psicoterapia può essere affiancata, in casi più complicati, da una terapia farmacologica, solitamente a base di farmaci antidepressivi o di stabilizzatori dell’umore.

Le cause della sindrome di Munchausen non sono ancora del tutto chiare. Molti pazienti affetti hanno vissuto esperienze altamente traumatizzanti durante l’infanzia, come un trauma emotivo, o maltrattamenti o essere stati vittima di trascuratezza o incuria. Tuttavia alla base della sindrome potrebbero nascondersi importanti disturbi della personalità, come il disturbo antisociale, il disturbo narcisistico e il disturbo borderline della personalità.