Il latte fa bene o fa male?

Bere latte vaccino fa bene o fa male? Dopo lo svezzamento è giusto continuare ad assumerlo e quanto ne possiamo bere ogni giorno?

A tutte queste domande ha risposto la biologa nutrizionista, Giuseppina Bentivoglio: “Il latte vaccino è un alimento ricchissimo di sostanze nutritive, per questo motivo fa crescere un vitello in pochi mesi. L’acqua è il costituente principale, seguito da una buona percentuale di grassi, carboidrati, proteine, vitamine e minerali. In questi ultimi anni il latte e i prodotti lattiero-caseari sono stati messi sotto accusa per l’elevato contenuto di grassi e, soprattutto, per la presenza di acidi grassi saturi. Ma in realtà gli acidi grassi saturi a catena corta, tipici del latte (butirrico, caprilico e caprico), hanno effetti benefici per la salute e sono la principale fonte di nutrimento per le cellule del nostro intestino.

Continua poi spiegando: “Dopo lo svezzamento la lattasi, ovvero l’enzima deputato alla digestione dello zucchero presente nel latte, subisce una riduzione fisiologica e quindi è utile ridurne il consumo con la crescita per evitare i disturbi gastrointestinali tipici dell’intolleranza. “

Bisogna sicuramente evitare di abusarne, e questo concetto vale per tutti gli alimenti e ridurne il consumo con la crescita, ma non sicuramente non è necessario abolirlo completamente.