Le donne dormono meno e peggio degli uomini

La donna è vigile anche quando dorme! Alcuni studi recenti hanno esaminato come le patologie del sonno possano avere ripercussioni su emotività ed umore. È emerso che il sonno delle donne è più fragile di quello dell’uomo. Secondo gli scienziati la donna anche durante il sonno è attenta ai rumori ed ai risvegli dell’ambiente domestico.

Anche gli ormoni femminili influenzano in maniera significativa la continuità e l’efficienza del sonno notturno. In gravidanza ad esempio il sonno è disturbato dall’aumento del peso oppure dalle “gambe senza riposo”, patologia legata alla carenza di ferro che impatta non solo la continuità del sonno materno. Anche la menopausa e la conseguente brusca caduta degli ormoni riproduttivi modifica la distribuzione del peso corporeo influenza la vulnerabilità biologica e quindi anche il riposo.

La Prof.ssa Rosalia Silvestri del Centro Interdipartimentale per la Medicina del Sonno di Messina spiega: “È emerso che nella menopausa la stima della depressione associata ad insonnia cronica si attesta su valori superiori all’80%” quella dell’insonnia associata a sintomi vasomotori (vampate) al 70%, l’OSA (apnee morfeiche) intorno al 3%, con un aumento di rischio di ipertensione del 40%. La percentuale della RLS (gambe senza riposo)“.

La Dott.ssa Loreta Di Michele conclude: “Da anni con Italia Sonno ci impegniamo con fatica a diffondere al grande pubblico informazioni scientifiche sul sonno e sull’importanza fondamentale che ricopre nella nostra vita; disturbi del sonno di genere e parasonnie sono solo alcuni dei temi che affronteremo con i massimi esperti chiamati ad intervenire. Ci auguriamo che anche questa volta i media ci aiutino nella nostra missione!