L’estate stressa le nostre chiome

98Capita spesso al rientro di una vacanza al mare di notare una notevole perdita di capelli: spesso infatti la principale responsabile della perdita capillare è l’umidità o, al contrario il clima troppo secco, che finisce per disidratare il cuoio capelluto.

Anche le alte temperature indeboliscono la cute fino al punto da far perdere i capelli. Ma non solo, la cute può essere danneggiata anche dalla salsedine, dalla sabbia o dagli agenti atmosferici come il vento. Infine, anche l’azione dei raggi solari può risultare nociva per la chioma, specie con esposizione prolungata e senza le opportune protezioni.

È importante quindi, per arginare la caduta, idratare la cute; si consigliano lavaggi frequenti con prodotti neutri ad alto potere nutriente ed evitare esposizioni al sole prolungate; potrebbe essere buona abitudine indossare un copricapo, evitando però cappelli o fasce troppo strette che rischierebbero di non far respirare la cute.

Infine bere molta acqua, per evitare la disidratazione ed evitare cibi grassi o eccessivamente conditi e via libera a frutta e verdura ricca di vitamine e sali minerali.