Levodopa: farmaco per il Parkinson efficace in casi di maculopatia

Secondo un recente studio condotto presso la University of Arizona  insieme con la Snyder Biomedical Corporation, il Levodopa, farmaco in uso per il Parkinson sarebbe efficace nella cura della maculopatia.

Pare che il farmaco sia adeguato soprattutto in casi di maculopatia di tipo umido e migliori il mantenimento della vista tanto da poter ridurre il numero di trattamenti con iniezioni oculari necessari per il paziente.

La maculopatia senile di tipo umido è una malattia del centro della retina di natura progressivamente degenerativa che può essere contrastata unicamente con iniezioni intraoculari periodiche.

Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Medicine, ha arruolato 34 pazienti affetti da degenerazione maculare senile di tipo umido ed è emerso che i pazienti con Parkinson che assumevano Levodopa risultavano meno a rischio di sviluppare la maculopatia.

Gli studiosi hanno somministrato Levodopa a 20 pazienti con nuova diagnosi di maculopatia e ancora non in cura con le iniezioni intraoculari e poi su altri 14 pazienti già in cura con le iniezioni e hanno constatato un rallentamento del decorso della malattia retinica con riduzione della frequenza delle iniezioni e un aumento dell’acuità visiva dei pazienti che riescono a recuperare la lettura di ‘una riga’ sul tabellone che si usa per misurare la vista.

Foto di freepik – it.freepik.com