L’influenza peggiore di sempre: boom di visite in ambulatori e ospedali

fever-3063126_1920Con l’arrivo dell’inverno e del freddo, anche l’influenza non ha tardato a colpire gli italiani. Quest’anno però c’è stato un vero e proprio boom, che ha mandato in tilt gli studi medici: sono infatti 7 milioni gli italiani visitati dai medici di famiglia, principalmente anziani e malati cronici colpiti da virus influenzali. Anche gli ospedali hanno avuto grosse difficoltà, rendendo necessario un rafforzamento del personale.

Anche se ormai la situazione sembra essersi stabilizzata, il vero picco è atteso per metà gennaio, con un numero di visite negli studi medici in aumento del 30% rispetto agli anni scorsi. Dal 2 al 4 gennaio, negli ambulatori dei medici di base (circa 45.000) sono state visitate in media 51 persone al giorno, rispetto ad una media di 35 persone.

Partendo dall’analisi di questi dati, il segretario nazionale della Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmig) Silvestro Scotti, sottolinea come ancora oggi, solo una piccola parte della popolazione over-65.

La crescita della domanda per la vaccinazione, pur non essendo ancora disponibili dati definitivi, è confermata anche dal presidente della Società italiana di medicina generale (Simg)Claudio Cricelli.

La situazione però non migliora negli ospedali: nelle ultime ore, all’ospedale Cardarelli di Napoli sono stati 111 gli accessi registrati solo in mattinata, costringendo a richiamare il personale fuori servizio per gestire le troppe richieste; anche in Liguria c’è stata una situazione simile tra Natale e Capodanno, portando a stipulare un accordo tra Regione, la Federazione dei medici di famiglia e quelli di guardia medica.

Ci sono stati però anche situazioni peggiori, dove ci sono state anche vittime: in Puglia si sono registrati 3 casi di morti con patologie pregresse, che l’influenza ha amplificato. Un altro caso è stato registrato nel Cuneese. Un (si spera) ultimo caso riconducibile al virus influenzale è stato registrato a Milano, dove una donna di 46 anni è deceduta nella sua abitazione a Rho.