ll Pancreas Artificiale diventa realtà: approvato negli Stati Uniti

medtronic-minimed-670g-7x4Medtronic, è questo il nome dell’azienda che ha sviluppato un pancreas artificiale in grado di offrire ai pazienti diabetici di tipo 1 una maggiore libertà nel controllo e la somministrazione dell’insulina.

Il dispositivo, che si chiama MiniMed 670g, è il primo nel suo genere in grado di monitorare autonomamente il glucosio nel sangue e di fornire la quantità di insulina necessaria al paziente. Il rilevamento del livello di zucchero nel sangue avviene attraverso un mini-sensore che trasmette l’impulso ad una pompa di insulina posizionata sotto l’addome.

La Food And Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, ha approvato il dispositivo dopo uno studio clinico che ha coinvolto 123 partecipanti diabetici. Lo studio ha messo in luce l’affidabilità e l’efficacia del dispositivo nelle persone dai 14 anni in su senza, tra l’altro, riscontrare particolari effetti collaterali. Le uniche problematiche sono al momento legate a ipoglicemia, iperglicemia e irritazione della pelle intorno al dispositivo di infusione.

L’obbiettivo dell’azienda è di rendere il dispositivo disponibile il prima possibile, così da spronare anche altre aziende allo sviluppo di sistemi che rendano sempre migliore la qualità di vita per i pazienti diabetici di tipo 1.

Il MiniMed 670g, per persone con età al di sopra dei 14 anni, sarà commercializzato entro la primavera del 2017, ma la Medtronic ha già avviato la sperimentazione e gli studi clinici per testare la possibile applicazione del proprio dispositivo su bambini diabetici dai 7 ai 13 anni.