L’obesità può essere contagiosa: uno studio indaga il ruolo del microbioma

bathroom-scaleUn gruppo di ricercatori britannici del Wellcome Trust Sanger Institute ha condotto uno studio i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature, dimostrando che l’obesità potrebbe essere contagiata facilmente all’interno di una stessa famiglia.

Alla base del meccanismo di contagio sembrerebbe esserci uno scambio di flora batterica intestinale. I ricercatori britannici hanno infatti catalogato e studiato oltre 140 microrganismi diversi, verificando che in un terzo dei casi questi producono spore che possono risvegliarsi e che sono in grado di sopravvivere anche al di fuori del corpo umano. Dallo scambio di queste spore deriverebbero alcune patologie legate all’alterazione dell’equilibrio del microbioma, come  le infiammazioni intestinali, o anche l’obesità, che possono essere trasmesse con un contatto prolungato, come può avvenire all’interno di una famiglia. Le persone che vivono nella stessa casa presentano un microbioma simile e la predisposizione genetica in queste malattie conta per il 7-13%. Ci sono poi individui sicuramente più suscettibili alle malattie, e questo può derivare da una combinazione di fattori.