L’ordini dei medici parla chiaro: l’omeopatia è un placebo

bach-flowers-3144611_1920La Federazione Fnomceo, Federazione che unisce tutti gli Ordini dei Medici italiani, ha pubblicato sul proprio sito un documento nel quale spiega che ad oggi non esistono prove scientifiche né plausibilità biologica, che dimostrino la fondatezza delle teorie omeopatiche.

La medicina omeopatica viene inventata nell’800 dal medico tedesco Samuel Hahnemann, è seguita ancora oggi da tantissimi italiani e dottori. Sul sito Fnomceo è stata creata una sezione apposita, denominata “Dottore, ma è vero che…?”, all’interno della quale si trovano alcuni falsi miti su cui i medici vogliono fare chiarezza. Spesso infatti, chi segue questo tipo di “cure” pubblicizza in maniera ossessiva la riuscita guarigione derivata dai trattamenti omeopatici.

C’è un ma: molto probabilmente non si tratta di reali benefici derivanti dall’omeopatia, ma risultati di un effetto placebo, con il normale decorso della malattia o con l’aspettativa del paziente. L’effetto placebo è conosciuto da tempo, ha una base neurofisiologica nota e funziona anche su animali e bambini, ma il suo uso in terapia è eticamente discutibile e oggetto di dibattito.