Mangiare frutta secca in gravidanza favorisce lo sviluppo cerebrale del feto

Era già noto che una manciata di noci al giorno può apportare diversi effetti benefici tra i quali ridurre il rischio di ipertensione.

Un nuovo studio condotto dal Barcelona Institute for Global Health (ISGlobal) ha dimostrato che mangiare  noci e frutta secca durante il primo trimestre di gravidanza può favorire e migliorare il neurosviluppo nel bambino.

Lo studio condotto in Spagna ha reclutato oltre 2.200 coppie di madri e bambini. Gli scienziati hanno registrato diverse informazioni tra le quali le quantità di frutta secca assunta dalla madre durante il primo e l’ultimo trimestre della gravidanza e lo sviluppo neuropsicologico dei bambini valutato a 18 mesi, 5 anni e a 8 anni dopo la nascita.

È emerso che i bambini le cui madri hanno mangiato più noci durante il primo trimestre di gravidanza hanno una migliore capacità di attenzione e di memoria di lavoro rispetto a quelli nati da madri che non consumavano frutta secca.

L’alimentazione delle donne in gravidanza influenza in maniera determinante lo sviluppo cerebrale del feto non solo durante la gestazione ma anche a lungo termine.

Secondo gli esperti gli effetti benefici della frutta secca sono una conseguenza del loro alto contenuto di acido folico e di acidi grassi essenziali come omega-3 e omega-6.

Secondo lo studio per migliorare lo sviluppo celebrale del feto sono sufficienti 30g di frutta secca a settimana consumati soprattutto durante il primo trimestre della gestazione.