Medicina all’avanguardia: basterà un nanochip per guarire le ferite

treatment-of-skin-2416946_640Guarire le ferite con un semplice chip a contatto con la pelle. Questi i nuovi progressi raggiunti con la tecnologia applicata alla medicina secondo la rivista Nature Nanotechnology, che ha pubblicato i risultati sconvolgenti di uno studio condotto presso l’Università dell’Ohio, negli Stati Uniti.

La tecnica, chiamata Nanotransfezione di tessuti (Tnt), consente alle cellule della pelle di rigenerarsi e trasformarsi in cellule sane in grado di sostituire quelle danneggiate e ripristinare le ferite su qualsiasi tipo di tessuto. Il nanochip infatti, tramite impulso elettrico, trasmette in pochi secondi le informazioni necessarie alle cellule solo grazie al contatto con la pelle senza alcun bisogno di essere impiantato.

I testi effettuati su topi e maiali, hanno una percentuale di successo del 98%; in poche settimane senza interventi aggiuntivi è stata ripristinata la funzionalità delle zampe dei topi gravemente feriti. I risultati di questo nuovo approccio genetico sono piuttosto incoraggianti e rivoluzioneranno il modo di intendere la medicina moderna e futura. A partire dal 2018 la sperimentazione inizierà anche sugli essere umani.