Morbo di Alzheimer: la proteina kinase p38y che protegge la memoria

brain-1787622_1920Recentemente, i ricercatori della University of New South Wales e del Neuroscience Research Australia, hanno individuato una proteina in grado di proteggere la memoria, chiamata kinase p38y.

L’Alzheimer infatti, ha due caratteristiche principali: la presenza di determinate placche di proteina beta-amiloide e grovigli di proteina tau nel cervello, le quali accumulandosi, portano alla morte cellulare, atrofia del cervello e di conseguenza perdita di memoria.

Sono stati esaminati i dati dei cervelli di otto persone over 90, rimaste lucide fino alla morte, ma soprattutto con memoria e capacità cognitive da 50enni, riscontrando in due aree del cervello, ovvero ippocampo e corteccia prefrontale, la presenza della proteina kinase p38y. Lo studio si è svolto reintroducendo la proteina kinase p38y nel cervello dei topi,  dimostrando che la proteina contrasta i deficit di memoria dovuti alla progressione dell’Alzheimer.

Lars Ittner, autore principale dello studio, dichiara nell’articolo pubblicato sul sito scientifico science.sciencemag.org – ” Questo studio ha completamente cambiato la nostra comprensione di ciò che accade nel cervello durante lo sviluppo della malattia di Alzheimer. Abbiamo scoperto che nelle fasi iniziali del morbo di Alzheimer, il processo di fosforilazione della proteina tau ha un ruolo protettivo. In particolare, attraverso l’attività dell’enzima kinase p38y, la proteina tau si protegge dagli attacchi delle placche beta-amiloidi, e di conseguenza, mantiene stabili i microtubuli su cui viaggiano le vescicole.”