I nei dei bambini: quando controllarli?

La comparsa di nuovi nei in età pediatrica è fisiologica, il monitoraggio è importante  per la prevenzione del melanoma  o per la sua asportazione precoce.

Il bambino va controllato se ha un nevo congenito sin dai primi giorni o settimane o mesi di vita: il programma di cura o follow-up successivo sarà definito dallo specialista dermatologo che lo prende in carico.

Il principale motivo per il controllo dei nevi in età prepuberale è la comparsa di nevi atipici (più frequenti in età pediatrica rispetto all’adulto),  caratterizzati tipicamente da un colorito roseo-rosso o nerastro.

La prevenzione del melanoma non prevede solo il controllo dei nevi, ma anche e soprattutto una protezione in maniera particolare per l’esposizione solare (applicare altissima protezione, evitare le ore canoniche 12-16, applicare una crema idratante dopo l’esposizione, etc..).

I controlli vanno eseguiti dopo la pubertà, a meno che il pediatra non riscontri qualcosa di particolare per il quale ritiene necessario consultare lo specialista.

La regola dell’ABCDE può essere utile per ricordare le caratteristiche cliniche da valutare per identificare un neo atipico e quindi indirizzare i genitori a rivolgersi allo specialista. In particolare bisogna considerare:
– A come Asimmetria;
– B come Bordi irregolari;
– C come Colore disomogeneo;
– D come Dimensioni > 0.8 cm;
– E come Evoluzione di qualunque delle caratteristiche indicate sopra.