Non solo influenza: aumenta il rischio di polmonite

thermometer-833085_1920L’influenza ha già colpito circa mezzo milione di italiani, di cui 115mila solo nella scorsa settimana.

Quest’anno l’influenza sembra essere più aggressiva: se non si prendono le dovute precauzioni, può facilmente degenerare in polmonite, la quale è pericolosa nel caso di persone over 65.

Gli esperti si dicono preoccupati visti gli ultimi dati, dove solo il 55% dei sessantacinquenni ha effettuato il vaccino antinfluenzale, nonostante il vaccino sia gratuito per questa categoria. Il numero di ultra 65enni che hanno deciso di vaccinarsi nel 2016 è calato di oltre il 10% rispetto allo scorso anno, e solo il 20% era a conoscenza del vaccino per la polmonite.

Tutto questo, è dovuto ad una scarsa fiducia verso le istituzioni, una bassa percezione del rischio o al timore di effetti collaterali. Chi non si vaccina rappresenta non solo un rischio per se stesso, ma anche quello di contagiare gli altri. E come scritto in precedenza, diventa pericoloso se si viene a contatto con anziani, ma anche con bambini, perché potrebbe essere seriamente compromessa la loro salute.

Il picco di contagi è previsto per le vacanze natalizie, dove sono presenti le situazioni tipo (grande quantità di persone in spazi chiusi) che moltiplicano le possibilità di contagio.