Nuove app per superare ansia e fobie

32In occasione del Festival della Psicologia tenutosi a Roma l’8-9 giugno scorso sono state presentate tantissime innovazioni tecnologiche atte ad integrare i trattamenti per la cura della salute mentale.

Grandi novità soprattutto sullo scenario delle app terapeutiche. Ne sono state presentate numerose, nate per far fronte alle diverse esigenze dal trattamento di alcuni disturbi d’ansia o fobie specifiche.

Tra le app dedicate alla riabilitazione cognitiva spiccano: Docure per il disturbo ossessivo compulsivo, Driver per la fobia di guidare e Clauser VR per la claustrofobia. Esse riproducono scenari virtuali da sottoporre al paziente ansiogeno in modo protetto e controllato.

Questo nuovo approccio permetterà un protocollo terapeutico più ampio. Il paziente potrà affrontare le proprie paure mediante un processo di adattamento graduale, senza rischi e possibili ritraumatizzazioni e soprattutto affiancato in questo esperimento dal proprio terapeuta.

Simone Barbato, psicologo clinico e direttore esecutivo di Idego (start-up che si occupa di psicologia digitale), dichiara: “L’evoluzione in atto richiede un continuo aggiornamento delle conoscenze e degli strumenti a disposizione dello psicologo. Aggiornare i propri strumenti è un passaggio necessario per raggiungere i giovani e fornire loro aiuto psicologico. Così come tra le nuove generazioni sta cambiando il modo di esprimere il disagio psicologico, si stanno evolvendo anche le modalità di intervento psicologico. Noi lavoriamo per rendere questi strumenti efficaci ed accessibili“.