Da oggi è disponibile l’immunoterapia per il tumore al polmone

lab-217043_1280Il Servizio Sanitario Nazionale, ha reso disponibile l’immunoterapia per il trattamento del tumore al polmone avanzato. L’Aifa ha autorizzato il rimborso per il pembrolizumab.

Da più di 40 anni, in Italia, il trattamento per il tumore al polmone in stadio avanzato è la chemioterapia; ma da oggi è possibile utilizzare l’immunoterapia. Nei casi di carcinoma polmonare non a piccole cellule, con il biomarcatore PD-L1 presente, sarà possibile utilizzare il pembrolizumab, cioè una nuova terapia immuno-oncologica.

La novità più importante è che grazie all’autorizzazione dell’Aifa, chi dovrà ricorrere all’utilizzo di questo farmaco, potrà essere interamente rimborsato. Una novità che riguarda circa 41.000 persone, che ogni anno sono colpite da questa malattia.

Carmine Pinto, dichiara in un’intervista di Repubblica, che questo approccio è una vera e propria innovazione: infatti è già stato utilizzato contro il melanoma, e sta fornendo ottimi risultati. Inoltre, quest’arma si affianca a quelle tradizionali (come chirurgia, radioterapia, chemioterapia o terapie biologiche).

Lo studio che ha portato all’approvazione dell’utilizzo dell’immunoterapia, è stato condotto su più di 300 persone, dimostrando che ad un anno, il 70% dei pazienti trattati con il pembrolizumab è vivo, rispetto a circa il 50% trattato con chemioterapia.