Da oggi è possibile rendere l’acqua marina potabile grazie ad un foglio di grafene

graphene-161773_1280Uno studio effettuato da un team di ricercatori inglesi, ha dimostrato che utilizzando una membrana composta da ossido di grafene, è possibile rendere potabile l’acqua marina.

Alcuni ricercatori dell’Università di Manchester sono riusciti a filtrare l’acqua marina, separandola dai sali comuni e rendendola potabile attraverso una membrana costituita da grafene. Più precisamente si tratta di una membrana composta da ossido di grafene: si tratta di una sostanza che riesce a filtrare piccole nanoparticelle, molecole orgaiche e Sali di grandi dimensioni. È stata aggiunta anche una resina epossidica, una sostanza utilizzata nei rivestimenti e nei collanti, per evitare che la membrana si gonfi quando viene posizionata in acqua.

Il team inglese è riuscito a bloccare il 97% di cloruro di sodio (NaCl): in questo modo, sarebbe possibile utilizzare la tecnologia appena sviluppata nei paesi che non possono permettersi impianti di desalinizzazione.

L’obbiettivo finale del progetto è quello di creare un dispositivo in grado di filtrare acqua marina, con il minor dispendio di energia.