Pelle abbronzata senza raggi UV? Forse sarà possibile

cosmetics-1022059_1920È americana la soluzione abbronzante che potrebbe agevolare la lotta ai tumori della pelle.

Una pelle abbronzata senza esporsi ai raggi UV? Da oggi è possibile grazie all’applicazione topica di una nuova classe di piccole molecole, in grado di penetrare negli stati profondi della pelle, attivando lo stesso meccanismo biologico che si innesca nell’abbronzatura, quando ci esponiamo ai raggi ultravioletti.

La ricerca è stata condotta dai ricercatori del Massachusetts General Hospital e dal Dana-Farber Cancer Institute di Boston, ed è stata pubblicata anche su Cell Reports, rivista scientifica.

Questa ricerca ha aperto la strada ad una nuova generazione di prodotti, che hanno l’obbiettivo di proteggere le pelli più sensibili e prevenire il rischio di tumori della pelle, come il melanoma.

La particolarità di questo prodotto, è nel riuscire a replicare lo stesso procedimento fisiologico che avviene durante l’esposizione ai raggi UV; a differenza di queste molecole appena sperimentate, le creme autoabbronzanti colorano lo strato superiore della pelle, offrendo esclusivamente un effetto estetico.

Non resta che aspettare i risultati degli studi sulla sicurezza, per capire meglio la reazione in casi di allergie o simili.